Personale docente

Dario Zampieri

Professore associato confermato

GEO/03

Indirizzo: VIA G. GRADENIGO, 6 - PADOVA . . .

Telefono: 0498279179

Fax: 0498279111

E-mail: dario.zampieri@unipd.it

  • Il Mercoledi' dalle 10:00 alle 13:00
    presso Dipartimento di Geoscienze, 3° piano, stanza 41

Curriculum Vitae

Dario Zampieri

Dettagli personali
• Nato 21 dicembre 1954
• Vedovo
• 1 figlio

Diplomato al 2° Liceo Scientifico Statale (successivamente denominato G.B. Quadri) di Vicenza, laureato in Scienze Geologiche all’Università di Padova nel 1979.
Nel 1982 ha partecipato a una campagna di rilevamento minerario in Mozambico.
Nel 1987 ha ottenuto all’Università di Padova il Dottorato di Ricerca in Scienze della Terra (1° ciclo, Geologia del sedimentario) con una tesi sulle Pale di S. Martino (Dolomiti).
Tra il 1988 e il 1990 è stato ricercatore presso il Museo di Storia Naturale di Verona, impegnato in una ricerca sull’acquifero carsico dei Monti Lessini e sulle sorgenti di Montorio.
Nel 1990 è tornato a Padova come ricercatore, dove dal 1995 al 2011 ha tenuto il corso di Geologia Strutturale.
Dal 2000 al 2006 è stato membro del CdA della Soraris, società per la raccolta dei rifiuti urbani, a capitale pubblico detenuto da 15 Comuni del vicentino orientale.
Da sempre appassionato di speleologia, alpinismo ed esplorazioni in aree remote, ha compiuto il 50° compleanno durante la salita dell’Aconcagua, massima elevazione (6962 m) delle Americhe, lungo il traverso dei Polacchi.
Ha viaggiato, spesso a piedi, soprattutto nel vicino Oriente, Africa e Sud America.
Dal 2004 è Professore associato del settore Geo/03 ed attualmente insegna Geologia Strutturale per la Laurea triennale in Scienze Geologice e Rilevamento geologico per la Laurea magistrale in Scienze della Natura.
L’attuale attività di ricerca verte principalmente su: tettonica fragile (con riferimento all’analisi cinematica di popolazioni di faglie, alle zone di trasferimento tra faglie, alle fratture naturali, al ruolo delle strutture ereditate ed alla tettonica attiva), cartografia geologica, fattori geologici predisponenti le frane in roccia, evoluzione geologica/geodinamica delle Alpi Meridionali, della Puna e delle Sierras Pampeanas (Argentina).
Negli ultimi anni si interessa inoltre delle sfide poste alla civiltà dal cambiamento climatico e dall’esaurimento del petrolio convenzionale.

Download Curriculum_Zampieri.pdf

ZAMPIERI D., Tertiary extension in the southern Trento Platform, Southern Alps, Italy. Tectonics, 14, 645-657, 1995.
ZAMPIERI D., Segmentation and linkage of the Lessini Mountains normal faults, Southern Alps, Italy. Tectonophysics, 319, 19-34, 2000.
SAURO U., ZAMPIERI, D., Evidence of recent surface faulting and surface rupture in the Fore-Alps of Veneto and Trentino (NE Italy). Geomorphology, 40, 169-184, 2001.
ZAMPIERI D., MASSIRONI M., SEDEA R., SPARACINO, V., Strike-slip contractional stepovers in the Southern Alps (northeastern Italy). Eclogae geol. Helv., 96, 115-123, 2003.
ZAMPIERI D., GRANDESSO, P., Fracture networks on the Belluno Syncline, a fault-propagation fold in the footwall of the Belluno Thrust, Venetian Alps, northeast Italy. In: AMEEN M. (ed.), Fracture and In-Situ Characterization of Hydrocarbon Reservoirs. Geol. Soc., London, Special Publ. 209, 101-106, 2003.
MASSIRONI M., ZAMPIERI D., CAPORALI, A., Miocene to Present major fault linkages through the Adriatic indenter and the Austroalpine-Penninic collisional wedge (Alps of NE Italy). In: MORATTI, G. & CHALOUAN, A. (eds) Tectonics of the Western Mediterranean Region and North Africa. Geological Society, London, Special Publ. 262, 245-258, 2006.
TONDI E., ZAMPIERI D., GIUNTA G., RENDA P., ALESSANDRONI M., UNTI M., GIORGIANNI A., G. CELLO, Active faults and inferred seismic sources in the San Vito lo Capo peninsula, north-western Sicily, Italy. In: MORATTI, G. & CHALOUAN, A. (eds) Tectonics of the Western Mediterranean Region and North Africa. Geological Society, London, Special Publ. 262, 365-377, 2006.
ZAMPIERI D., MASSIRONI M., Evolution of a poly-deformed relay zone between fault segments in the eastern Southern Alps, Italy. In: Cunningham D. & Mann P. (eds), Tectonics of Strike-slip Restraining and Releasing Bends, Geol. Soc., London, Special Publ. 290, 351-366, doi:10.1144/SP290.13, 2007.
MASSIRONI M., ZAMPIERI D., BIANCHI M, SCHIAVO A, FRANCESCHINI A., Use of PSInSAR data to infer active tectonics: Clues on the differential uplift across the Giudicarie belt. Tectonophysics, 476, 363-369, doi: 10.1016/j.tecto.2009.05.025, 2009.
MÁRTON, E., ZAMPIERI, D., GRANDESSO, P., COSOVIC, V., MORO, A., New Cretaceous paleomagnetic results from the foreland of the Southern Alps and the refined apparent polar wander path for stable Adria. Tectonophysics, 480, 57-72, doi: 10.1016/j.tecto.2009.09.003, 2010.
MÁRTON, E., ZAMPIERI, D., KÁZMÉR, M., DUNKL, I., FRISCH, W., New Paleocene-Eocene paleomagnetic results from the foreland of the Southern Alps confirm decoupling of stable Adria from the African plate. Tectonophysics, 504, 89-99, doi: 10.1016/j.tecto.2011.03.006, 2011.
FONDRIEST, M., SMITH S. A. F., DI TORO, G., ZAMPIERI, D., MITTEMPERGHER, S., Fault Zone Structure and Seismic Slip Localization in Dolostones, an example from the Southern Alps, Italy. J. Structural Geology, 45, 52-67, doi: 10.1016/j.jsg.2012.06.014, 2012.
SAURO, F., ZAMPIERI, D., FILIPPONI M., Development of a deep karst system within a transpressional structure of the Dolomites, north-east of Italy. Geomorphology. 184, 51-63, doi: 10.1016/j.geomorph.2012.11.014, 2013.
POLA M., GANDIN A., TUCCIMEI P., SOLIGO M., DEIANA R., FABBRI P., ZAMPIERI D., A multidisciplinary approach to understanding carbonate deposition under tectonically controlled hydrothermal circulation: A case study from a recent travertine mound in the Euganean Hydrothermal System, northern Italy. Sedimentology 61,172-199, 2014.

Download Pubblicazioni_Zampieri.pdf

L’attuale attività di ricerca verte principalmente sulla tettonica fragile, con riferimento all’analisi cinematica di popolazioni di faglie, alle zone di trasferimento tra faglie, alle fratture naturali, al ruolo delle strutture ereditate ed alla tettonica attiva nelle Alpi Meridionali, nella Puna e nelle Sierras Pampeanas (Argentina).
Altri temi di ricerca riguardano i fattori predisponenti le frane in roccia, la cartografia geologica, la geodinamica della placca Adria tramite lo studio del paleomagnetismo, la struttura geologica del sottosuolo che controlla il termalismo di Abano e Montegrotto (Pd).

Strutture geologiche compressive e distensive associate a faglie trascorrenti (Alpi, Ande)
Strutture geologiche distensive giurassiche e paleogeniche nelle Alpi Meridionali
Analisi geologico-strutturale di frane in roccia e deformazioni gravitative profonde di versante nelle Alpi Meridionali
Struttura geologica del sistema geotermale naturale di Abano e Montegrotto (Pd)