Personale docente

Massimiliano Zattin

Professore ordinario

GEO/02

Indirizzo: VIA G. GRADENIGO, 6 - PADOVA . . .

Telefono: 0498279186

Fax: 0498279111

E-mail: massimiliano.zattin@unipd.it

TITOLI E FORMAZIONE
Da Gennaio 2015 - Professore Ordinario, Università di Padova
Novembre 2008-Dicembre 2014 - Professore Associato, Università di Padova.
Ottobre 2005–Ottobre 2008 - Professore Associato, Università di Bologna.
Giugno 2005-Luglio 2005 – Assegno di ricerca, Università di Bologna.
Giugno 2004-Aprile 2005 – Assegno di ricerca, Università di Bologna.
2002-2004 – Borsa post-doc, Università di Padova.
1999-2002 – Borsa di studio, Università di Bologna.
1997-1999 – Dottorato di ricerca, Università di Bologna. Tutore: Prof. G.G. Zuffa.
7/03/1995 – Laurea in Scienze Geologiche, Università di Padova. Tutore: Prof. G.V. Dal Piaz.

RESPONSABILITA' SCIENTIFICA PROGETTI
- Premio Giovani Ricercatori dell’Università di Padova (2003)
- Leader progetto UNESCO-IGCP 543: “Low-temperature thermochronology and its applications: world-wide transfer of knowledge and inter-laboratory calibration”.
- Coordinatore nazionale PRIN 2007: “Relazioni tra sollevamento, esumazione e assetto termico dell’area del tunnel del Sempione”.
- Vincitore Progetto di Ateneo 2009: “Termocronologia dei Carpazi occidentali: profondità di seppellimento ed evoluzione post-deposizionale di un fold-and-thrust belt”
- Vincitore Progetto di Eccellenza Fondazione Cariparo 2010: “Feedbacks between climate, tectonics and surface processes in the Antarctic continent: application and development of thermochronology”.
- Responsabile unità di ricerca progetto "Southern McMurdo Sound" (Antarctic Drilling Program - ANDRILL
- Titolare convenzione con ENI: "Evoluzione termica della catena dei Carpazi".
- Responsabile unità di ricerca progetto PNRA “Forzanti climatica e tettonica sui processi di dispersione dei sedimenti nel West Antarctic Rift System della South Victoria Land: uno studio di provenienza source-to-sink e multi-proxy”.
- Vincitore Progetto di Ateneo 2015: "Tectonothermal evolution of Northern Patagonian Andes"

ORGANIZZAZIONE DI CONGRESSI E ALTRE ATTIVITA'
- 1997-1999 – Organizzazione di workshop annuali sulla metodica delle tracce di fissione.
- Membro comitato organizzatore del congresso "Evolution of the deep crust in the Central and Eastern Alps" (Padova, 5-7/7, 1998)
- Membro comitato scientifico del congresso: "The record of thermal history in sedimentary successions: short course on methods and examples from the italian region" (Pavia, 5-6/6, 2003)
- Membro comitato scientifico del congresso: "The record of thermal history in sedimentary successions: short course on methods and case histories" (Roma, 21-23/6, 2005)
- Vice-presidente Comitato Scientifico 6° Forum della Federazione Italiana delle Scienze della Terra - FIST (Rimini, Settembre 2007).
- Membro Comitato Organizzativo “2011 International Conference and Exhibition” dell’AAPG
- Membro Comitato Scientifico del congresso: “14th International Conference on Thermochronology" (Chamonix, 8-12/9, 2014).
- Coordinatore Corso di Dottorato in Scienze della Terra, Università di Padova (2013-2015)
- Da ottobre 2015, membro del Senato Accademico.

TUTORAGGIO STUDENTI DI DOTTORATO
Xia Li (dal 2016)
Elisa Savignano (dal 2015)
Ada Castelluccio (2012-2015)
Francesco Mittiga (co-tutore, Università di Bologna, 2012-2015)
Benedetta Andreucci (2009-2012)
Giorgio Di Fiore (2009-2012)
Donato Pace (co-tutore, Università di Siena, 2009-2012)
Irene Albino (co-tutore, Università di Bologna, 2009-2012)
Antonio Pignalosa (2006-2009)

Selezione delle pubblicazioni degli ultimi tre anni.

ZATTIN M., ANDREUCCI B., DE TOFFOLI B., GRIGO D. & TSIKALAS F. (2016) – Thermochronological constraints to late Cenozoic exhumation of the Barents Sea Shelf. Marine and Petroleum Geology, 97-104.
CARICCHI C., ALDEGA L., BARCHI M.R., CORRADO S., GRIGO D., MIRABELLA F. & ZATTIN M. (2015) – Exhumation patterns along shallow low-angle normal faults: an example from the Altotiberina active fault system (Northern Apennines, Italy). Terra Nova, 27, 312-321.
CASTELLUCCIO A., ANDREUCCI B., ZATTIN M., KETCHAM R., JANKOWSKI L., MAZZOLI S., SZANIAWSKI R. (2015) – Coupling sequential restoration of balanced cross sections and low-temperature thermochronometry: the case study of the Western Carpathians. Lithosphere, 10.1130/L436.1.
OLIVETTI V., BALESTRIERI M.L., ROSSETTI F., THOMSON S.N., TALARICO F.M. & ZATTIN M. (2015) – Evidence of a full West Antarctic Ice Sheet back to the early Oligocene: insight from double dating of detrital apatites in Ross Sea sediments. Terra Nova, 27, 238-246.
REINERS P.W., THOMSON S.N., VERNON A., WILLETT S.D., ZATTIN M., EINHORN J., GEHRELS G., QUADE J., PEARSON D. MURRAY K.E. & CAVAZZA W. (2015) – Low-temperature thermochronologic trends across the central Andes, 21-28°S. GSA Memoir, 212, 215-250.
ANDREUCCI B., CASTELLUCCIO A., CORRADO S., JANKOWSKI L., MAZZOLI S., SZANIAWSKI R. & ZATTIN M. (2015) – Interplay between the thermal evolution of an orogenic wedge and its retro-wedge basin: an example from the Ukrainian Carpathians. GSA Bulletin, 127, 410-427.
MAZZOLI S., ASCIONE A., BUSCHER J.T., PIGNALOSA A., VALENTE E. & ZATTIN M. (2014) – Low-angle normal faulting and focused exhumation associated with Late Pliocene change in tectonic style in the southern Apennines (Italy). Tectonics, 33, 1802-1818. 10.1002/2014TC003608.
ZATTIN M., PACE D., ANDREUCCI B., ROSSETTI F. & TALARICO F.M. (2014) – Cenozoic segmentation and erosion of Transantarctic Mountains: a source-to-sink thermochronological study. Tectonophysics, 630, 158-165.
ALBINO I., CAVAZZA W., ZATTIN M., OKAY A.I., ADAMIA S. & SADRADZE N. (2014) - Far-field tectonic effects of the Arabia-Eurasia collision and the inception of the North Anatolian Fault system. Geological Magazine, 151, 372-379.

Download Pubblicazioni_Zattin.pdf

L'attività di ricerca è principalmente focalizzata alle varie applicazioni della termocronologia e al suo sviluppo metodologico. In particolare, vengono affrontate le seguenti tematiche:
- termocronologia detritica per studi di provenienza;
- evoluzione tettonica delle catene orogeniche;
- analisi di bacino (con applicazioni all'esplorazione petrolifera);
- relazioni tra tettonica, erosione, sedimentazione e variazioni climatiche;
- uso della microspettrometria Raman per la caratterizzazione delle analisi con tracce di fissione e U-Th/He.